Legge di Bilancio:famiglia
06-12-2018

Sale a 5 giorni per il solo 2019 il congedo obbigatorio per i papà:  bisogna utilizzare queste cinque giornate di astensione obbligatoria nei primi cinque mesi di vita del bambino, anche in via non continuativa.

E’ poi stata prorogata al 2019 anche la possibilità di utilizzare un ulteriore giorno di congedo, che è facoltativo, in alterntiva alla madre. Significa che i due genitori devono mettersi d’accordo, prevedendo che la madre rinunci a un giorno di congedo di maternità obbligatoria in favore del padre.

Un’altra novità riguarda il  bonus asilo, che per il triennio 2019-2021 è innalzato a 1500 euro (dagli attuali mille euro). Poi, dal 2022, l’importo sarà determinato da un apposito decreto ministeriale da approvare entro il 30 settembre 2021. In ogni caso, il bonus asilo non potrà scendere sotto i mille euro. Il bonus asilo, serve a pagare la rette dell’asilo nido pubblico o privato, viene versato in 11 mensilità dall’INPS direttamente al beneficiario. Spetta anche, in ugual misura (quindi, anche in questo caso, salendo a 1500 euro per il triennio 2019-2021), ai genitori di bambini sotto i tre anni affetti da gravi patologie croniche, per pagare forme di assistenza domiciliare.