Sostegno al reddito crollo Ponte Morandi
18-03-2019

In merito all’indennità “una tantum” pari a 15.000 euro, in favore dei lavoratori autonomi, dei collaboratori coordinati e continuativi, dei titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, che a causa del crollo del Ponte Morandi abbiamo dovuto sospendere l’attività, il Commissario Delegato Giovanni Toti, ha approvato con decreto n. 7/2019, la modifica a quanto disposto dal precedente decreto Commissariale n. 3/2019

Tale provvedimento dispone la riduzione della soglia minima di durata del periodo di sospensione dell’attività a 15 giorni lavorativi non consecutivi, nel periodo intercorso tra il 14 agosto 2018 e il 19 novembre 2018, data di entrata in vigore della legge n.130 del 16 novembre 2018.

Le istanze di indennità possono essere presentate dai lavoratori le cui attività siano ubicate negli ambiti territoriali definiti al punto 2 della guida procedurale, direttamente dai soggetti interessati.

Le istanze debitamente firmate d corredate dalla documentazione prevista devono essere trasmesse a mezzo raccomandata a/r all’indirizzo Regione Liguria – Settore Politiche del Lavoro – Via Fieschi 17 – 16121 Genova entro il 28 marzo 2019.

Per la guida procedurale, la  domanda e i docuementi sui rimanda al sito della Regione

Caruso&Vitale srl